Vai al contenuto

Luigi Crocenzi, Elio Vittorini e il fotoracconto.

Nel secondo dopoguerra la critica fotografica italiana riemerse assumendo posizioni differenti e spesso conflittuali. Una parte consistente di essa guardò alla fotografia come linguaggio autonomo e come medium culturale popolare e democratico. Si creò così uno spazio di sperimentazione all’interno del quale si incontrarono intellettuali di formazione ed esperienza diversi, come Elio Vittorini e Luigi Crocenzi che lavorarono ad una sistemazione critica e pratica di quella che si definiva fotografia narrativa o fotoracconto.

La fotografia nell’opera di Marguerite Duras.

Più Duras si allontana dalla forma tradizionale del romanzo, più si avvicina ad una poetica del frammento, e più i linguaggi nella sua opera si confondono, sconfinano in un intreccio di parola e immagine che si lascia alle spalle la fotografia di famiglia con il suo retaggio di morte, trasformandola nell’opera viva di uno stile e di una produzione ineguagliabile.

Diritto d’autore: un libro e una fotografia

Questo post non è la recensione di un libro, se recensire significa effettuare un esame critico, valutare e interpretare. Sono infatti tra coloro che hanno comprato e letto il “Manuale di sopravvivenza per fotografi” di Federico Montaldo pensando di procurarsi in tal modo una solida base nozionistica sui diritti e doveri di chi scatta e condivide immagini fotografiche. In qualità di semplice lettrice e discente credo però di poter affermare che il titolo di questo volumetto sia riduttivo.