Blog » Campo base

Campo base

Al campo base si torna, durante le escursioni, a tracciare appunti e a prender nota. L’universo fotografico che abitiamo è grande ed è tutto da esplorare.

Propaganda politica e censura: le origini del fotogiornalismo in Italia.

Propaganda politica e censura: le origini del fotogiornalismo in Italia.

“Ma che ne sai tu di Garibaldi e Mazzini!” Io onestamente davvero poco, ma i contemporanei volevano saperne il più possibile, né Garibaldi e Mazzini sognavano minimamente di sottrarsi a questa pubblica esposizione dei loro volti e delle loro vite. Un nuovo strumento si era da pochi decenni affacciato sulla scena della propaganda politica ed era importante sfruttarne estesamente le potenzialità.

Cornelis Norbertus Gysbrechts, Trompe l’œil. Il rovescio di un quadro incorniciato, 1668. (Fonte: Wikimedia Commons, the free media repository).

I trompe-l’oeil fotografici e linguistici di Luigi Ghirri e Georges Perec. Tra segno e referente.

Da dove passa la linea che separa i trompe-l’oeil fotografici di Luigi Ghirri e i due libri che Georges Perec ha pubblicato insieme a Cuchi White? Non può che esserci una radice comune nel modo in cui i due autori si sono avvicinati a questo dispositivo pittorico e non può che essersi sviluppata secondo le rispettive poetiche e i rispettivi strumenti espressivi. Si tratta di capire se e come le poetiche e i linguaggi traccino differenze.

Paola Ghirri (a cura di), Luigi Ghirri_Still Life, Baldini Castoldi Dalai, 2004.

Luigi Ghirri. Un dialettico tocco di zen.

Riconosciamo la materia di una tela di cotone, di uno smerlo a uncinetto, di un cartone forato, di una plastica sottile che avvolge e protegge dall’umidità e dall’acqua un dipinto o un disegno. E quando riconosciamo questo, il dipinto o il disegno prende nuova vita, diventa il mondo che lo ha voluto conservare, diventa il luogo in cui uno sguardo ha incontrato la nostalgia di un mondo.