Blog » In trincea » Pagina 2

In trincea

Quando la Strategia si ispira alla trasversalità e alla multidisciplinarità è il momento di preparare le trincee. Sembra a tutti evidente che, desiderando scrivere di storia dell’arte, si debba studiare la storia dell’arte, volendo scrivere di storia si debba studiare la storia. A uno storico dell’arte o a uno storico tout court che voglia scrivere di fotografia non sempre si richiede lo studio della fotografia. Per non parlare di filosofi, sociologi, psicologi, antropologi, ecc. Date in mano una fotografia a un semiologo e ve la trasforma in tutto ciò che la fotografia non è. La fotografia entra nelle nostre vite attraverso canali diversi, svolge per noi ruoli diversi. È ovvio che sia oggetto di studio all’interno dei più svariati campi del sapere. Ma allora: perché ci sono così poche persone che sanno cosa sia una fotografia? Ciò che sto per scrivere potrà stupirvi, ma vi assicuro che è assolutamente vero. La fotografia ha una storia che ha ormai 180 anni. Una storia fatta di autori, di tecnologie, di applicazioni, di gusto. Una storia di produzione e una storia di ricezione. Le fotografie sono prodotte attraverso lo sfruttamento di un procedimento tecnico che le caratterizza e sono immagini del tutto peculiari in virtù del rapporto particolare che intrattengono con la realtà.

 

Questa categoria è nata per contenere scritti da assumere con cautela, generati da eventi che siano stati capaci di risvegliare il mio spirito polemico. La newsletter ormai assorbe tutti gli argomenti legati all’attualità, ma questa categoria continuerà ad ospitare pensieri e riflessioni su ciò che, nell’universo fotografico, mi sembra utile per rafforzare le difese del nostro sistema immunitario.

Leggere la fotografia di Augusto Pieroni | I taccuini di Perec

Leggere la fotografia di Augusto Pieroni. Una road map per l’osservazione e il pensiero critico.

Lo ha scritto Moholy-Nagy e lo ha ripetuto Walter Benjamin: se non vogliamo restare analfabeti dobbiamo imparare a leggere la fotografia. Questo libro di Augusto Pieroni insegna a farlo quasi chirurgicamente. Ma non è un manuale di anatomia, è una road-map. Se vogliamo fare prima possiamo prendere una scorciatoia. Il grado di approfondimento della nostra analisi dipenderà dalla curiosità, dall’impegno e dal tempo che vorremo dedicare a questa imprescindibile operazione di comprensione del mondo.

Tony Gentile fa causa alla Rai, ma non è una semplice causa civile | I taccuini di Perec

Tony Gentile e la RAI: non una semplice causa civile.

Qualche anno fa, Tony Gentile ha fatto causa alla RAI per l’utilizzo non autorizzato di una sua fotografia, quella che rappresenta Falcone e Borsellino in conversazione amichevole durante una conferenza tenutasi in Sicilia nel 1992. Il tribunale di Roma, in base alla legislazione italiana sul diritto d’autore, ha emesso la propria sentenza a favore della RAI. Trattandosi di una semplice fotografia i diritti di sfruttamento economico da parte dell’autore si ritengono già scaduti.

Cosa vediamo quando guardiamo le fotografie di Sebastião Salgado? | I taccuini di Perec

Cosa vediamo quando guardiamo le fotografie di Sebastião Salgado?

Salgado ha fotografato le grandi migrazioni planetarie dopo aver vissuto come immigrato, ha fotografato la povertà dopo averla vista diffondersi e distruggere il paese in cui è cresciuto. Ha fotografato per dovere morale, consapevole delle forze politiche ed economiche responsabili di tanta sofferenza. Tutto si tiene nel mondo di Salgado, la vita e la fotografia si fondono. Malgrado questo, resta uno dei principali bersagli della critica all’estetizzazione e spettacolarizzazione del dolore…